Quando in Olanda fioriscono i tulipani 🌷

Ho pensato molto a come iniziare questo mio piccolo racconto e gira e rigira c’è sempre e solo una cosa che mi viene in mente di scrivere:
ci sono cose che vanno vissute almeno una volta nella vita, questo è!

La bellezza di sette milioni di bulbi che con il loro stile elegante e il loro poetico esistere,
diventa protagonista di un viaggio nell’armonia dei colori, dove qualsiasi scenario tu possa immaginare,
la natura e il sapiente lavoro dell’uomo, l’hanno già pensata e addirittura superata,
creando scenari a dir poco spettacolari per la gioia di  milioni di visitatori da tutto il mondo.
Il Keukenhof è il parco di bulbi più grande del mondo, 32 ettari di stupore colorato tra Amsterdam e L’Aja,
un oceano in cui perdersi diventa assoluta magia per gli occhi e per l’anima.

Il parco di Keukenhof è una specie di isola fiorita;
tutto intorno i campi dei tulipani dai mille colori di Lisse e qua e la i mulini a vento, il castello di Keukenhof,
tra i più antichi dell’Olanda. All’interno un’infinità di giardini di fiori fiori e fiori!

🌸🌺🌼

Tulipani, narcisi, orchidee e rose, serre tropicali, diverse specie di uccelli,
pensate che ho persino visto per la prima volta un meraviglioso pavone fare completamente
sfoggio della sua magnifica ruota!

Il 21 marzo 2019, il Keukenhof ha aperto nuovamente le sue porte per la 70esima volta,
ospitando famiglie, giovani, grandi e piccini, visitatori da tutto il mondo.
Ogni anno questo parco viene riprogettato e ridisegnato,
ispirandosi alle ultime tendenza e promuovendo un tema specifico a ogni inaugurazione,
divenendo così fonte di ispirazione per chiunque passeggi per i viali fioriti.
Ogni anno quaranta giardinieri piantano 7 milioni di bulbi in luoghi ben delineati in tutto il parco.
Alla fine della stagione, questi bulbi vengono raccolti e un nuovo ciclo di semina,
fioritura e raccolta ricomincia in autunno.
Al Festival dei Tulipani di Emmerlord, un signore mi spiegava che non si può piantare nello stesso campo i tulipani;
hanno un ciclo di sei-sette anni, nel cui arco di tempo si cambia ogni anno coltivazione:
un anno tulipani, poi patate, cipolle, erba, e altri ortaggi insomma, per poi tornare ai tulipani.
In questo modo la terra viene sempre fertilizzata in modo ricco e differente.

Io non lo so dire esattamente cosa si prova a camminare tra milioni e milioni di fiori…
So solo che non capivo più nulla da tanta meraviglia e continuavo a scattare,
scattare e scattare foto per non perdere alcun dettaglio!

Non so nemmeno dirvi esattamente quante foto ho… Sinceramente eh.
E nemmeno quanti tipi di fiori ho visto, quanti colori e forme diverse,
quante sfumature di bellezza.
Le raggruppo forse nell’unica parola che mi viene in bene:
l’infinito.

Penso sarebbe il caso di fare una mostra fotografica solo per questo viaggio!
Ho visitato poi i campi attorno, c’è addirittura la Route dei Tulipani che ti porta a scoprire
le varie coltivazioni: quelle che sono a disposizione dei turisti per fare le foto, presentano un cartello
davanti che lo indica, ovviamente senza raccogliere alcun fiore e senza
calpestare le aiuole multicolori.
Alcuni li abbiamo scoperti in bicicletta, altri direttamente con il camper
attraversando le varie strade, ma esistono delle vere e proprie mappe da seguire
che indicano  le zone visitabili dove vengono coltivati i tulipani.

🌷🌷🌷

Provo a raccogliere qui gli scatti più significativi, ma tutti hanno un enorme valore,
tutti hanno una significato profondo che rimarrà indelebile dentro me,
a coronare un sogno davvero grande che sono riuscita a realizzare.

Ci credete che quando vedo i tulipani qui, in fioreria o in altri negozi,
mi viene da piangere?
Non lo dico per scherzo, è più forte di me…
Un colpo al cuore.

Sonia

contattami ora