Londra insolita

I’ve been walking about London for the last thirty years,
and I find something fresh in it every day

Ho camminato per Londra negli ultimi trent’anni
e ogni giorno ho trovato qualcosa di nuovo

(Walter Besant)

A Londra ci sono stata tre volte.

La prima tanti anni fa, quando ancora non esistevano i social, quando non c’erano gli smartphone a distrarti, quando le cartine di carta vera ti indicavano la strada. E quindi non ho molto di quel lontano 2011 se non qualche scatto “antico”
che ho provveduto a far stampare su carta.
Il digitale manco era nei pensieri di Dio… 😀

La seconda volta ci sono stata nel 2018, con più calma, a vedere le cose tradizionali di cui si, ancora devo scrivere qui sul blog…
è una vergogna lo so… Ma lo farò, in un altro articolo, promesso!

Stavolta, invece, vi racconto la Londra di qualche mese fa,
dato che ci sono stata per il mio compleanno,
a cavallo tra la fine di ottobre e i primi di novembre 2019 🙂

Lo considero un viaggio da “Londra insolita” proprio perché, tolte le cose essenziali da vedere a Londra, rimane ancora così tanto da apprezzare che credo non bastino altri ottonovedieci viaggi in una terra così bella.

Mi piace sempre molto partire informata, munita di appunti e fogli stampati con gli itinerari che voglio fare,
programmare in modo abbastanza preciso le giornate cercando di mettere dentro più cose possibili…
Avete presente no, le vacanze rilassanti?
Ecco.

Tutta un’altra cosa 😀 😀 😀

Questa volta, tutto è partito da una passeggiata lunghissima attraversando l’autunno inglese; già sapete che sono fanatica del movimento quindi niente di meglio che chilometri e chilometri costeggiando il canale protagonista di Little Venice, questa zona di Londra piuttosto inesplorata ma bellissima dove l’acqua è la protagonista e parte integrante della vita dei residenti in questo tranquillo quartiere.
Little Venice è infatti lontana dalla confusione e dalla frenesia del centro di Londra; passando da qui vi immergerete nella calma atmosfera di un villaggio che vive per conto suo. Un grazioso porticciolo azzurro vi darà il benvenuto e da qui la visuale su tante colorate imbarcazioni, tantissime, ognuna diversa e unica, decorate e abbellite con fantasia, ninnoli e fiori dal gusto vintage.
Camminando lungo il canale noterete, ai lati, casette da favola di un’incredibile bellezza architettonica, molti pub e locali carini come per esempio The Waterway e Pearl Liang, un ristorante cinese proprio sull’acqua.
Pittori, poeti, scrittori si incontravano qui, cercando ispirazione per le loro opere e si perdevano nella magica atmosfera di Little Venice,
scappando dal caos e dai ritmi veloci della città.

Si arriva fino al Regent’s Park, superando lo zoo e da qui inizia la collina di Primrose Hill, uno dei quartieri che mi è piaciuto di più.
Il parco in autunno è meraviglioso, dorato di foglie di mille sfumature.
E superata Primrose Hill Road, non vi resta che immergervi nell’atmosfera euforica e assolutamente straordinaria di Camdem Town.

Tra le tappe obbligatorie di Londra infatti, un salto a Camden Town non deve mancare.
Uno di quei posti che ti conquistano subito e che ti porti dentro senza mai dimenticare.
Camden Town è un posto unico al mondo, conosciuto per il famoso Camden Market, dove la gente veste in modo stravagante, dove c’è profumo di cibo in ogni angolo, dove ci sono case a colori e oggetti vintage in ogni dove.
Un flusso di persone vi indicherà sicuramente il cammino, portandovi verso i posti più interessanti da vedere, perché qui è sempre pieno zeppo di gente.
Ci sono mille negozietti, musica dal vivo nei locali, stranissimi e bizzarri punk che vi invitano a visitare i loro stravaganti shop, locali vintage che vendono le cose più insolite, vestiti usati e dischi da scambiare.

Attraversando la piccola Amsterdam infatti, vi troverete davanti un grande ponte di ferro e con la scritta gialla Camden Lock.
L’ingresso di Camden Market è proprio questo, il più famoso tra i mercati di Londra aperto tutti i giorni.
La gente dietro i banconi vi inviterà ad assaggiare e comprare le loro specialità provenienti dalle ogni parte del mondo!

Tra i negozi più curiosi e alternativi poi, il celebre Cyberdog…
Stranissimo, fate un salto per stupirvi davvero 😀

Ho adorato tutto di questo posto, tanto che ci siamo tornati due volte in pochi giorni. Abbiamo mangiato crocchette di pollo fumante, immersi in un ambiente straordinario. A tratti mi sono sentita come tra le vie dei gangster americani nel periodo del proibizionismo, dimenticavo completamente di essere a Londra… sarà stato un pò anche il mio abbigliamento, in perfetta sintonia con lo stile vintage del luogo!

Un altro quartiere particolare che consiglio di vedere:
Hampstead

Noi ci siamo arrivati con metrò di primo mattino ed è incantevole perdersi qui… Passeggiare nelle strade strette e pittoresche di pub e negozietti, sbirciando dentro alle meravigliose case georgiane adorne di fiori, ammirare le insegne eleganti e curate delle carissime charcuteries francesi (salumerie), respirare l’aria magica e l’incanto tipicamente britannico di un piccolo ma sofisticato paesino inglese.
Anche qui, ho adorato fotografare tutto!

Ma… Vogliamo parlare di posticini doc super instagrammabili?
Allora qui!

Assolutamente dovete passare in questa zona per scattare le vostre più belle, coloratissime, indimenticabile fotografie!

Primrose Hill, come vi accennavo prima, è un quartiere residenziale di Londra che colpisce dritto al cuore per la sua eleganza, i suoi scorci raffinati e le sue bellissime architetture dalle tonalità pastello, una più bella dell’altra.
Una zona perfettamente ordinata, tranquilla e pulita, dove le protagoniste sono le imperiose case in stile vittoriano.
Attraversarla a piedi sarà piacevolissimo e rilassante e vi stuzzicherà di sicuro foto straordinarie,
perché qui c’è veramente da perdersi nella bellezza.

🥰

Primrose Hill sorge su una dolce collina a pochi passi dal centro trafficato della città; da qui potrete godere di un fantastico panorama sui grattacieli di Londra e percorrendo la High Street in direzione del parco, gustare dolcetti e caffè negli antichi bistrot dall’aria shabby chic,
fino a deviare per Chalcot Square.
Camminare qui, in questo romantico quartiere dalle case color pastello, sarà come vivere un sogno,
come essere dentro a un arcobaleno infinito dalle tonalità delicate!
Le ho amate tutte, e non avrei mai smesso di scattare fotografie, appropriandomi di tutti gli ingressi, fantasticando su quale davvero avrebbe potuto essere casa mia 🙂 Sinceramente però, se dovessi scegliere un colore…
Davvero non saprei quale privilegiare!

Vivrei di colazioni, ve l’ho già detto?
🥰😋

Ecco allora un altro posticino da non perdere nel vostro itinerario da Londra insolita.
Tra le bakery più rinomategrazioseinstagrammabiliecoccolose di sempre, a Londra svetta al primo posto
PEGGY PORSCHEN dove tutto è delicatamente color confetto, tutto è incredibilmente carino, tutto è golosamente delizioso…
Come in una fiaba!
La stimatissima pasticcera tedesca Peggy Porschen dal 2003 guida il suo impero di cupcakes color pastellobarraunicorno 🦄 assieme al marito Bryn Morrow in questo grazioso negozio londinese, creando meraviglie di pasta di zucchero profumate di vaniglia, cioccolato e quant’altro…

Era nella mia lista dei luoghi assolutamente da vedere e non vi dico l’emozione a scovarlo camminando entusiasta per il quartiere del Chelsea,
nonostante la pioggerella leggera di quel giorno.

Se passate per Londra, segnatevelo, ci dovete assolutamente venire!
Già all’ingresso, all’angolo della via, addobbata con funghi e fiori rosa pastello vi sembrerà di entrare in un libro di favole, immaginatevi poi a toccare davvero con mano questo piccolo grande sogno!
Naturalmente qui, ho preso il miglior cup cake al cioccolato, accompagnato da uno schiumoso cappuccino 😛

Chi ha fatto colazione qui alzi la mano!
Suvvía ditemi… ma quanto è instagrammoso?

Una cosa bella bellissima in tema “colazione inglese” che però io non ho fatto in tempo a fare ma che vi consiglio tanto, se ne avete la possibilità, è una colazione particolarissima a bordo di un bus d’epoca. Prenotando da Brigit’s Bakery, potrete bere il thè del pomeriggio a bordo di un esclusivo bus a due piani, che vi accompagnerà per le strade del centro di Londra: ammirare le migliori attrazioni londinesi mangiando cup cakes al cioccolato,
non è forse uno dei vostri sogni più ambiti?

🥰

Quando si dice…
“Va dove ti porta il cuore”
♥️

Ancora un posto spettacoloso in quel di Londra?

Eccolo qui!
Brick Lane è una famosa strada dell’East London; circa un chilometro assai vivo e colorito, nel quartiere “Tower Hamlets”
che attraversa la zona residenziale portando poi a Spitalfields.

Data l’altissima concentrazione di immigrati sud-asiatici, è conosciuta anche con il nome di “Bangla Town”.

Se amate alla follia il vintage è qui che dovete venite!
C’è un mercato giornaliero all’85 Brick Lane, bancarelle in ogni viuzza, cose vecchie originalissime, personaggi assolutamente bizzarri, manciate di colori sparse un pò qua e un pò la, profumo di cibo ovunque, fino ad arrivare al Flower Market, che straripa di piante e fiori, scoprendo vicoletti davvero insoliti.

Poi c’è il Borough Market.
Mica solo un semplice mercato alimentare ma un vero e proprio viaggio attorno al mondo raccontato attraverso i sapori del cibo di strada, i profumi più svariati e le più succulente delizie, pronte a far tintinnare le papille gustative, anche le più raffinate. E credetemi, ce n’è veramente per tutti i gusti!

Un mercato rionale piuttosto rinomato, oltre che per la qualità dei prodotti, anche per la storia millenaria del luogo.
Ecco, un altro posticino insolito che vi consiglio vivamente come tappa in quel di Londra 😉
L’indirizzo è: 8 Southwark St, London SE1 1TL.

Apre ogni giorno dalle 10.00 alle 17.00, ad eccezione del venerdì, in cui chiude più tardi, e del sabato, il cui orario di apertura è le 8.00.
Il giorno di chiusura è domenica.
Il lunedì e il martedì, inoltre, il mercato è aperto solo parzialmente.

Preparatevi a esplorare tutte le sue meraviglie, e a perdervi in un paradiso gastronomico tra buon cibo e ingredienti genuini, tipici della cucina tradizionale britannica e non. Ogni angolo ha qualcosa di particolare da offrirvi e potrete tuffarvi tra i cinnamon rolls più buoni del mondo!
Questi che vedete hanno catturato la mia attenzione per circa due ore, e intrappolato la mia macchina fotografica in un profumo inebriante di bontà appena sfornata, tanto che, impazzita, scattava da ogni angolazione!
Un profumo che non vi dico 😛 ⭐️

Parlando sempre di posti molto instagrammabili e forse un pò sconosciuti,
non può di certo mancare il Leadenhall Market.
Questo luogo ha un’architettura che incanta davvero, è un altro famoso mercato coperto nel cuore della City of London.
L’attuale versione del mercato risale al 1881 ed è opera dell’architetto Sir Horace Jones che si è ispirato, nella costruzione della volta, alla Galleria di Milano. Se riuscite a beccare una giornata luminosa, l’effetto dorato tra gli archi di queste cupole vi lascerà senza fiato dall’incanto.

I colori si accostano così armoniosamente tra loro che staresti ore ad ammirarne i particolari, cercando di fissare ogni dettaglio.
Nel XIV secolo era un mercato alimentare e prendeva il nome da un edificio chiamato “La Ledene Hall” in cui si teneva il mercato del pollame.
Leadenhall Market oggi ospita una serie di negozi di moda, ristoranti e bare durante la settimana è molto frequentato dagli impiegati della City che lavorano nei dintorni.

Se siete giunti fin qui, spero di non avervi annoiati e vi ringrazio tanto!
Questi sono stati i luoghi insoliti che non avevo mai visto e che più mi hanno colpito. Ovviamente è stata dura scegliere così poche foto perché io ne scatto sempre mille e mille e poi mi piacciono sempre tutte e selezionare è sempre un’ardua impresa.

Spero comunque di essere riuscita a trasmettervi un pò di entusiasmo e bellezza per questa città, poi tante altre foto le trovate nel mio profilo Instagram che vi invito a seguire!

Pochi giorni qui e credo di aver già fatto a piedi l’equivalente di tre maratone; riempito due schedine di foto, collezionato un numero non ben definito di porte colorate, passato in rassegna ogni genere di street food, preso la metro in tutte le direzioni possibili, rischiato la vita almeno tre volte per le macchine che mi arrivano addosso rovesce quando con la testa per aria attraverso la strada…

Ma ho spuntato quasi tutti i luoghi segnati nella mia lista “to do”!

Raccontare emozioni e stati d’animo non è facile, le parole a volte escono fluide, altre volte si inceppano un pò. Poi io vorrei sempre fare un’enciclopedia ed essere precisa e spiegare bene ma coi tempi è sempre un pò una battaglia, e allora tocca selezionare e tagliare.

Ad ogni modo, ho ancora molto da raccontarvi, un arretrato infinito di viaggi e luoghi belli… Chissà se un giorno sarà completo questo blog!

Intanto baci.

Un abbraccio, Sonia

contattami ora