Pizza-Focaccia in teglia

seguimi su instagram

Le pizze o focacce-pizza in teglia sono davvero comode eh…
Bello avere ognuno la propria pizza nel piatto ma a farle così dobbiamo ammettere che si risparmia parecchio tempo 😅😃
Poi guarda qui… nello spazio contenuto di una teglia crescono tantissimo, non esagero a dirvi che erano tre dita in altezza piene pienissime di bontà!
Preparate farine e ingredienti che proviamo a farla insieme!
Cosa importante: provate i fiocchi di patate.
Li uso spesso nelle colazioni, con pochissime calorie aiutano a rendere gli impasti corposi. Nel caso di questa pizza-focaccia assorbiranno i liquidi rendendo possibile un’alta idratazione 😉
Per l’idea di questa pizza ringrazio la signora Liana, anche se poi ho cambiato dosi e farine e fatto una teglia unica usando il mio adorato licoli 🙏🏻

INGREDIENTI

Per la pizza-focaccia:

100 gr semola rimacinata (12 proteine)
220 gr farina tipo 1 Spadoni (12 proteine)
300 gr farina integrale di grano tenero Bio, Oasi Rachello (12,5 proteine)
120 gr di licoli rinfrescato
15 gr fiocchi di patate (quelli del purè)
500 gr acqua fredda + 30 gr sempre fredda
12 gr sale rosa

Per il condimento:

salsa di pomodoro homemade
feta greca light a piacere
pesto homemade
datterini gialli e rossi
basilico fresco di montagna
origano

PROCEDIMENTO

(con planetaria, fatta in giornata)
Come sempre rinfrescare il lievito e attendere il raddoppio.
Procedere con un’autolisi di tutta la farina setacciata nella ciotola e i 500 grammi di acqua fredda di frigo, realizzando un impasto grezzo ma senza lasciare grumi di farina secca, coprire con pellicola e lasciare 30 minuti in frigo.
Trascorso il tempo aggiungere nella ciotola il licoli, i fiocchi di patate e gli altri 30 grammi di acqua fredda, portando a incordatura in planetaria con il gancio. Ci vorranno 3-4 minuti, poi lasciare riposare qualche minuto e aggiungere il sale e impastare ancora fino a farlo assorbire.
Lasciare riposare coperto per 30 minuti e poi fare un giro di pieghe in ciotola seguiti da altri 30 minuti di riposo.
Trasferire sulla spianatoia oleata e praticare un giro di pieghe slap & fold; se l’impasto risulta ancora troppo morbido, fare un altro giro a distanza di 30 minuti in modo da renderlo più corposo. Trasferire in una ciotola quadrata non troppo grande e segnare il punto di partenza; aspettare il raddoppio a temperatura ambiente se l’ambiente è caldo, circa 3-4 ore a seconda del vostro lievito e delle temperature. Ribaltare l’impasto sul piano appena oleato e dividere a metà se si vogliono fare due teglie basse oppure lasciare tutto insieme per una teglia grande come ho fatto io. Pirlare e lasciare a rilassare per 30 minuti.

Accendere il forno a 230 gradi, o di più se il forno ve lo permette.
Ungere appena la teglia di olio e versare l’impasto. Il mio era particolarmente morbido e molle.
Distribuire sulla superficie la salsa di pomodoro e i datterini gialli e rossi, una bella manciata di origano e infornare per circa 15 minuti ad alta temperatura e proseguire per altri 10 minuti circa (a seconda del vostro forno) abbassando a 180 gradi. Io ho usato la funzione pizza.

Per praticità, come dicevo prima, ho usato una teglia unica, ecco perché la pizza è diventata alta come un grattacielo!
Morbidissima, saporita, ben alveolata ma soffice, se la tagliate a quadrotti ne basteranno uno o due per saziarvi.

La feta l’ho aggiunta a crudo, come il pesto e il basilico di montagna che ha un profumo più intenso del basilico normale.
Spero di rendere l’idea di quanto è venuta buona 😋

Provatela che vi piacerà! Se cambiate farine cambierà ovviamente l’idratazione e di conseguenza vi regolate con l’impasto; anche per il condimento va a gusti e lo variate a seconda di ciò che più vi piace.

Fatemi sapere!
Mi trovate anche su Instagram nel profilo sonietta_gipsysoul ❤️

Baci dalla vostra biondina, lanciatissima con pane e lievitati.
Alle prossime ricette! Consiglio di non perderle 😉

Besitos.
Sonia

Stampa

Portate: 1
Preparazione: 20 minuti circa +1 ora e mezza di riposo con 3 pieghe + 12 ore in frigo + 1 riposo
Cottura: un'ora circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • 100 gr semola (12 proteine)
  • 220 gr farina tipo 1 Spadoni (12 proteine)
  • 300 gr farina integrale di grano tenero Bio, Oasi Rachello (12,5 proteine)
  • 120 gr di licoli rinfrescato
  • 15 gr fiocchi di patate (quelli del purè)
  • 500 gr acqua fredda + 30 gr sempre fredda
  • 12 gr sale rosa

Procedimento:

(con planetaria, fatta in giornata)
Come sempre rinfrescare il lievito e attendere il raddoppio.
Procedere con un'autolisi di tutta la farina setacciata nella ciotola e i 500 grammi di acqua fredda di frigo, realizzando un impasto grezzo ma senza lasciare grumi di farina secca, coprire con pellicola e lasciare 30 minuti in frigo.
Trascorso il tempo aggiungere nella ciotola il licoli, i fiocchi di patate e gli altri 30 grammi di acqua fredda, portando a incordatura in planetaria con il gancio. Ci vorranno 3-4 minuti, poi lasciare riposare qualche minuto e aggiungere il sale e impastare ancora fino a farlo assorbire.
Lasciare riposare coperto per 30 minuti e poi fare un giro di pieghe in ciotola seguiti da altri 30 minuti di riposo.
Trasferire sulla spianatoia oleata e praticare un giro di pieghe slap & fold; se l'impasto risulta ancora troppo morbido, fare un altro giro a distanza di 30 minuti in modo da renderlo più corposo. Trasferire in una ciotola quadrata non troppo grande e segnare il punto di partenza; aspettare il raddoppio a temperatura ambiente se l'ambiente è caldo, circa 3-4 ore a seconda del vostro lievito e delle temperature. Ribaltare l'impasto sul piano appena oleato e dividere a metà se si vogliono fare due teglie basse oppure lasciare tutto insieme per una teglia grande come ho fatto io. Pirlare e lasciare a rilassare per 30 minuti.
Versare in teglia coperta di carta forno.
Accendere il forno a 230 gradi, o di più se il forno ve lo permette.
Distribuire sulla superficie la salsa di pomodoro e i datterini gialli e rossi, una bella manciata di origano e infornare per circa 15 minuti ad alta temperatura e proseguire per altri 10 minuti circa (a seconda del vostro forno) abbassando a 180 gradi.
Io ho usato la funzione pizza.
Aggiungere dopo cottura la feta a crudo, come il pesto e il basilico di montagna che ha un profumo più intenso del basilico normale.

Consigli utili:

Se avanzano dei quadrotti conservati in una ciotola chiusa in frigorifero. poi al momento scaldateli giusto qualche secondo in microonde e saranno ancora buonissimi. Ottimi anche freddi.

Lascia una recensione

avatar
contattami ora