Grissini alla pizza con esubero di lievito madre

seguimi su instagram

Sono troppo felice di offrirvi questi grissini!
Sono veloci da fare, personalizzabili con le farine che volete, hanno bisogno solo di un’ora di lievitazione, vi impiegheranno un pò di esubero di pasta madre che, diciamocelo…
ne abbiamo sempre un bel pò!

🧡

Li ho fatti già quattro cinque volte quindi vi dovete proprio fidare e preparare subissimo
gli ingredienti; che appena son pronti li potrete sgranocchiare!
Si fanno davvero in un lampo.
E poi con un pò di fantasia potete cambiare la forma ogni volta, dai grissini semplici,
attorcigliati come questi, ai taralli o persino ai torinesi… Basta solo un attimo di attenzione
alla cottura perché variando la forma, cambieranno anche i tempi in forno.

INGREDIENTI

150 gr licoli non rinfrescato di un giorno
40 gr farina di grano saraceno
40 gr farina di semola
120 gr di farina di farro (o farina integrale)
45 gr di acqua
30-35 gr di concentrato di pomodoro
rametti di rosmarino tagliuzzato finemente
20 gr olio evo
6 gr di sale

PROCEDIMENTO

Sono velocissimi da fare anche a mano, ho provato entrambe le versioni
quindi basta scegliere il modo che più ci conviene.

Nel caso usiate la planetaria, versare il licoli nella ciotola aggiungendo l’acqua
e mescolando con una forchetta fino a scioglierlo bene, poi versare setacciate le farine.
Mescolare, unire il concentrato di pomodoro, mescolare ancora
poi passare al gancio della planetaria (o impastare a mano)
fino a far assorbire l’acqua e il pomodoro in un panetto morbido.
Unire anche l’olio un cucchiaio alla volta e quando è ben incorporato
aggiungere il sale e il rosmarino tagliuzzato finemente
impastando fino a farli amalgamare per bene incordando l’impasto.
Le pareti della planetaria risulteranno lucide e pulite.
Mettere il panetto a riposare un’ora in ciotola coperta di pellicola trasparente.

Trascorso il tempo stendere l’impasto sulla spianatoia e tirarlo con un mattarello
in uno spessore abbastanza sottile,
(a seconda comunque se volete fare dei crackers o dei grissini o altro),
non vi servirà infarinare perché il composto è elastico e maneggevole,
un vero spettacolo credetemi, e pure molto profumato.
Qui li vedete in versione grissini perché l’effetto attorcigliato è molto bello,
ma li ho fatti anche in versione crackers, taralli e torinesi e ogni volta sono venuti speciali!
Quindi incidere in verticale tante striscioline larghe 1 centimetro, 1 centimetro e mezzo
poi suddividerle in un altezza di 6-7 centimetri.
Potete tenerle così e in orizzontale con la lama del coltello a rovescio incidere
leggermente in due tre punti (vedi foto, come i famosi grissini che si comprano)
oppure prendere due pezzi, sovrapporli e poi attorcigliarli tra loro.
Una volta pronti trasferirli sulla placca rivestita di carta forno e spennellare leggermente
intingendo da una ciotolina dove avrete messo poco olio e un pò di concentrato di pomodoro,
passaggio comunque non obbligatorio per esempio nei taralli o in grissini più sottili.
Far cadere a pioggia ancora qualche granello di sale e pezzetti di rosmarino tritato.

Preriscaldare il forno a 220 gradi in modalità ventilata e cuocere per 15 minuti circa,
attenzione a non annerire la superficie se mettete il concentrato di pomodoro.
L’ultimo minutino per averli belli croccanti, azionare la funzione grill per uno – due minuti.

Un profumino che vi manderà in estasi!
🧡

Sono spettacolari, serviti in tavola per uno snack o come spezza fame,
per accompagnare pranzo e cena. Purtropppo finiscono molto velocemente!
Se ne avanzano conservateli in sacchetti di carta, tipo quelli per i pane
perché se li mettete in un sacchetto tendono a diventare un pò molli.

Li proverete?
Spero tanto di si, fatemi sapere!
Anche su Instagram sul profilo
sonietta_gipsysoul

Un caro saluto al gusto pizza!
Baci, Sonia

Ricetta momentaneamente non disponibile.

Lascia una recensione

avatar

Latest on Instagram